Month: March 2013

Toccatine scaramantiche e linee digitali

Toccatine scaramantiche e linee digitali

Lascio i voli pindarici della fantasia e dei magici paesaggi innevati per tornare momentaneamente alla vita pragmatica, quella quotidianità germanica che a volte sembra così aliena e altre volte così confortante.

Uno dei problemi con cui mi sono scontrato nelle ultime settimane è la poco famigerata Annex-J. Questo nome, che sembra quello di un gas usato dai nazisti nei lager, fa in realtà riferimento a uno standard per le linee ADSL. Naturalmente, fino a due settimane fa, non sapevo neppure dell’esistenza di un simile protocollo.
Tutto cominciò con un ordine presso Telekom, circa un mese fa. Finalmente deciso ad avere Internet e telefonia a casa, decisi di richiedere una VDSL a 100Mbit, per la modica cifra di 45 euro al mese, ordinando di concerto su un noto sito Web un router VDSL+ADSL. Purtroppo scoprii con amarezza che la mia via non era coperta da tale servizio, perciò decisi di optare per una banale ADSL a 16Mbit, inghiottendo il rospo delle belle speranze che era appena stato schiacciato sulle autostrade dell’Internet ad alta velocità.
Quando finalmente mi attivarono la linea, mi chiesero se il mio router supportasse le linee senza splitter. Caddi dalle nuvole e chiesi ragguagli, al che mi venne menzionata la temuta Annex-J. Una veloce ricerca su Wikipedia mi chiarì le idee: Annex-J è  un protocollo ADSL su ISDN, quindi su linea digitale invece che analogica. Probabilmente la causa dell’utilizzo di tale protocollo è da ricercarsi nella diffusione delle linee digitali in Germania. Quando in Italia, negli anni ’90, lottavamo con le PSTN analogiche, in Germania molti utenti navigavano sulle più performanti e stabili ISDN, che per di più consentivano di telefonare mentre si usava Internet.
Ancor peggio, Wikipedia mi confermò che, con ogni probabilità, il mio Netgear N600 non avrebbe funzionato su dette linee, e ne ebbi la conferma appena cercai di connetterlo alla rete. Netgear N600 è solo Annex-B, ma che ne sapevo io? Piegai la testa e ordinai un router Telekom, che finalmente mi portò online, non dopo aver tremato un po’ e aver abusato di quel gesto scaramantico tanto caro agli italiani e altrettanto sconosciuto ai tedeschi: la classica toccatina che da queste parti non si sa neppure che cosa sia. D’altra parte è noto che noi italiani siamo dei maestri nella comunicazione con le mani, nella creazione e nell’utilizzo di gesti e movimenti di mano che integrino e talvolta addirittura sostituiscano la comunicazione verbale.

Domani potrei proseguire in questa vena pragmatica scrivendo del bollo auto, delle assicurazioni, delle loro modalità di pagamento e dei folli sorpassi tedeschi.

%d bloggers like this: