-7: Il colore dei soldi

-7: Il colore dei soldi

moneyOrmai manca una settimana esatta alla partenza. Quasi tutto è pronto, mancano il check-in online e la registrazione per il visto online, così posso dedicarmi al completamento della pianificazione della nostra permanenza in terra statunitense, shopping compreso.

Eh già, perché la prima cosa che salta in mente in questo periodo di cambio euro/dollaro favorevole è: “cosa posso comprarmi negli USA?”.

Nel mio caso mi piacerebbe caricarmi un telescopio nella valigia, ma obiettivamente potrebbe non essere così agevole e privo di rischi.

Vestiario, materiale fotografico, notebook, tutte le cose che mi interessano sono vendute a prezzi vantaggiosi ma in fondo non così differenti da quelli che pagherei rifornendomi in Europa. E se qualcosa si rompe o non funziona bene che faccio, lo rispedisco oltreoceano a mie spese? Certo, alcuni prodotti offrono la garanzia worldwide ma rappresentano una netta minoranza sul totale dei miei sogni bagnati.

Poi vedi le “offerte” nei megastore e ti rendi conto che non valgono una cicca, che sono state impietosamente stroncate da ogni recensore che le abbia avute per le mani, e ti rassegni a uno shopping da grandi magazzini, fatto di sciarpe scarpe e tutte quelle cose che a noi nerd sembrano inutili.

Non avere soldi e non sapere come spenderli, questo è l’idiotico dilemma.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: