About

Something in my mind

Artista senz’arte, mi ostino e mi diletto a fare parecchie cose, troppe per una giornata di sole ventiquattro ore.

Non avendo cose particolarmente interessanti da dire scribacchio qui e là ogniqualvolta le sinapsi fanno contatto.

Ora, dato che “qui e là” è una definizione un po’ dispersiva e imprecisa, ecco nascere gabrielsambarino.com e il conseguente blog con galleria fotografica annessa.

Insomma, si parla di foto ma non solo di foto, ma anche di impressioni su libri, esperienze, viaggi (appena posso mi butto su un aereo, che mi porti a 500km o a 5000 non fa differenza), e tutto quello che credo valga la pena di ricordare. Parlando delle foto, quelle che si trovano su questo blog sono, ove non espressamente specificato, tutte scattate dal sottoscritto.

Da qualche anno, diciamo settembre 2009 circa per la precisione ossimoricamente parlando, mi diverto infatti a guardare il mondo dal mirino di una reflex digitale.

Dopo un paio d’anni in Germania, per la precisione e piuttosto casualmente dall’11/11/11 a un caldo giorno di agosto del 2013, sono tornato all’ovile, nello sgomento di molti di quegli italiani che gettano fango sul vecchio Stivale, spesso a ragion veduta, ma altrettanto spesso anche superficialmente. Ma questa è un’altra storia.

%d bloggers like this: