Contromigrazione

Contromigrazione

The end of the old day
The end of the old day

C’è chi dice che sono pazzo.
C’è chi mi chiede se sono innamorato (il che coincide grossomodo con la prima domanda).
C’è chi mi guarda con sospetto, e sono quelli che hanno fatto esattamente ciò che sto facendo io.
Alcuni sospirano con un pizzico di invidia, perché per loro quel che sto per fare è un miraggio lontano.

Ci sono anche molti che sono felici per me. Molti che sono felici di rivedermi, così come io sono felicissimo di rivedere loro. Sono tanti, e quando li conto e mi accorgo di quante siano le persone a cui voglio bene, penso che sono fortunato.

Come si sarà ben capito: sì, dopo due annetti oltralpe ho deciso di tornare dalla “florida” Germania alla “agonizzante” Italia. Anche se si parla di agibilità di governo e i politici si trincerano a difesa di un pregiudicato.

In origine volevo scrivere fiumi su questo tema, ma forse non ha molto senso.

Posso dire, però, che ho vissuto due anni a stretto contatto con una società così diversa da quella italiana, soprattutto per quanto riguarda l’organizzazione e lo stile di vita. Ne ho apprezzato le differenze nel bene e nel male, e chi dice che si vive meglio qui o si vive meglio qua, ragionando per assoluti, mente a sé stesso oppure dimentica un importante clausola: “secondo me”.

Andarsene dalla propria patria e continuare a gettarvi sopra veleno e lettame è l’atteggiamento di un ex-fidanzato che non si rassegna ad essere stato lasciato dalla sua ex. Io credo che quando si prende la decisione irrevocabile di andare avanti bisogna prima o poi arrivare al punto in cui ce ne si fa una ragione e si guarda al passato con un sorriso, non con astio.

Certo, la faccio facile io. In fondo vengo dal profondo Nordest, una strana enclave incastonata fra Austria e Slovenia. Abbiamo meno sole e più pioggia rispetto a molti nostri fratelli d’Italia, ma non si sta poi così male.
Non abbiamo lavatrici e materassi in mezzo alla strada, nessun baracchino che vende sigarette di contrabbando.
Anche perché per comprare le sigarette a basso prezzo ci è sufficiente percorrere una trentina di chilometri e varcare il confine Sloveno…

Eviterò pertanto di fare una lista di ciò che è bene e ciò che è male per me, cosa che somiglierebbe a un confronto all’americana fra Italia e Germania.
Posso tuttavia constatare come, dopo due anni, mi sono accorto che, a ben guardare, tutto il mondo è paese, e i comportamenti degli uomini sono più simili di quanto si creda. La natura umana cambia poco: cambiano invece, principalmente, le mentalità che derivano dal controllo che lo Stato esercita sul popolo.

Ci sono però dei motori che smuovono il mondo e il cuore è il più potente fra essi.

Qualcuno mi ha detto: “Ma come? Dopo che hai mosso mari e monti per andartene, torni?”
Gli ho risposto: “Se non smuovi mari e monti, non puoi produrre cambiamenti. Come l’ho fatto due anni fa, così lo faccio ora nel percorso inverso.”

Forse sono chiassoso, forse mi muovo senza troppe cautele, forse “la linea retta è per chi ha fretta” come dicevano i CSI, ma per ora non conosco altri modi che profondere le mie energie nella realizzazione dei miei sogni.

E mi concedo il diritto di cambiare idea e creare nuovi sogni, non prima di avere tastato con mano.

Oltre che con la mano ho potuto saggiare anche con la testa, visto l’altezza degli stipiti delle porte in tutte le case tedesche nelle quali ho abitato è di 1.95m. Ho dovuto imparare a chinarmi come alle forche caudine per evitare frequenti decapitazioni.

P.S. Come avevo fatto per la mia emigrazione ho preparato un ricordo per la mia contromigrazione, senza farmi mancare quel po’ di pseudoromantica retorica. La mia mamma la definisce addirittura “melensa”, ma poi si tradisce dichiarando che esistono “occhi come laghi ghiacciati di Finlandia e capelli color del grano d’una sera d’estate”. Insomma, da qualcuno avrò ben preso, o no?

6 Replies to “Contromigrazione”

      1. Si, sono a Oulu. C’é ancora molto turbulenza nella mia vita, sia nella vita privata e nella vita della societá – sono sicuro che puoi capire entrambi lati -, ma forse sará sempre cosí … Allora tutto bene :-).

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: