Day 11: Upper West Side

Day 11: Upper West Side

mary_empireOggi il primo obiettivo era di terminare l’esplorazione di Upper Midtown per poi proseguire verso l’Upper West Side: via verso il centro di Manhattan, quindi, per “toccare con mano” edifici di richiamo come l’Empire State Building. Un po’ di shopping, tappa brunch e ripartiamo in metro per Columbus Circle dove ci fermiamo al Time Warner Center, dove io trovo un libro che non possedevo ancora, mentre Maria acquista un gadget fondamentale: un riproduttore di suoni dal rutto (!) all’applauso con cui mi sta tormentando anche in questo momento. Naturalmente, prima dell’acquisto, ha dovuto provarlo per tutto il negozio riproducendo col diabolico marchingegno un’intera varietà di rumori molesti fra cui peti e urli.verdiplaza

Dicevamo: cominciamo il nostro tour della bella zona di Upper West Side, caratterizzata da un sacco di grossi palazzi in stile beaux-arts, di cui alcuni, prospicienti Central Park, dotati di torri gemelle.

Visitiamo una sinagoga e un’altra delle innumerevoli chiese neogotiche e arriviamo a una piazza intitolata a Giuseppe Verdi, con tanto di statua del compositore e patriota italiano.

Dopo aver percorso circa cinque chilometri a piedi anche oggi trasciniamo le stanche membra all’assalto di una parte inesplorata di Central Park, a cominciare da quegli Strawberry Fields dove venne assassinato John Lennon, e dove ora si trova un mosaico in suo ricordo.imagine

Durante il cammino troviamo statue, specchi d’acqua, artisti di strada, ballerini (Maria mi sta suggerendo di non dimenticare anche: una zanzara, due coccinelle, tre cacche di cavallo, duecentosettantaquattro panchine; che stia ironizzando sul dettaglio della mia descrizione?).

statuamary_centralCi godiamo il tramonto a Central Park e proseguiamo verso l’ultima passeggiata della giornata, che attraverso la sovraffollata Fifth Avenue ci riporta alla metro.

E ora devo andare perché sento un po’ di pressione addosso: è da circa dieci minuti che sento nell’orecchio sirene e spari, chiari segnali delle intenzioni bellicose della Signora Sambarino per la giornata di oggi! Me misero.

E ora partiamo alla conquista di Harlem!

Leave a Reply

%d bloggers like this: