e-Scapes su Blurb: emozioni su carta

e-Scapes su Blurb: emozioni su carta

La copertina di e-Scapes

Il titolo di questo post è un po’ laconico e oscuro nella prima parte e autocelebrativo nella seconda, lo ammetto.

Il fatto è che ho deciso di raccogliere alcune mie foto, una quarantina circa, e di pubblicarle in un libretto di 40 pagine patinate sotto forma di “storiella”.

Volevo un libro fotografico che raccogliesse le foto a cui tengo maggiormente, ma senza uno stile particolare che le accomunasse. Ho pensato allora di accostare alle immagini delle parole andando a creare un filo narrativo.

Ho scelto Blurb in seguito alle opinioni positive di “certe persone” (Sara Lando è una di queste), mi sono quindi registrato sul sito e ho scaricato BookSmart, il software personalizzato per l’authoring dei libri. Molto intuitivo e potente, gradevole da usare, BookSmart ha reso la creazione del libro semplice e immediata. Direttamente da BookSmart ho premuto il magico tastino “Order Book” e – pam – è partito l’upload su blurb.com . Tutto molto semplice.

L'interno di e-Scapes

Ho aspettato con trepidazione la prima copia, e finalmente è arrivata: la qualità di stampa è ottima, la resa delle foto davvero soddisfacente, la carta premium con finitura lustre è ottima, pesante e opaca. L’edizione con sovraccoperta dà una sensazione di “lusso” al tocco. Ovviamente la qualità si paga, e infatti la versione con copertina rigida e sovraccoperta costa quasi trenta euro (l’edizione paperback con copertina morbida senza sovraccoperta costa quasi venti euro, invece). Un prezzo che in valore assoluto non è di certo popolarissimo, e che probabilmente terrà alla larga molti curiosi. Avrei anche potuto impostare un prezzo più alto per provare a guadagnare qualche euro su ogni copia venduta, ma visto e considerato che a) la base di partenza è già alta e b) non credo che in molti si compreranno un libro di un perfetto sconosciuto, ho preferito vendere “al costo”. Insomma, quello che paga l’eventuale acquirente è esattamente coincidente con quello che pago io.

Il testo è in italiano e inglese (la versione inglese mi è stata corretta da un’amica madrelingua, Nicola Parry, che ringrazio infinitamente).

Non diventerò ricco, ma la soddisfazione di tenere fra le mani una propria creazione è notevole. 🙂

Quasi dimenticavo: il libro, con relativa preview, si trova a questo link (ma i più “sgamati” avranno notato sulla destra di questa pagina il badge di Blurb).

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: