Only nothing

Only nothing

Full

Lo so, lo so. Avevo già pubblicato una foto della Luna pochi giorni fa, ma ci sono notti in cui non ci si può pentire di restare svegli. Come ladri nella notte si inforca la reflex sul treppiede e si scivola sul terrazzino a sudovest, data la grazia della Luna che splende nel medesimo punto cardinale. Senza grossa dotazione di mezzi, accontentandosi quindi di un banale teleobiettivo di mediobassa qualità, si scatta. Così. Senza alcuna velleità di immortalare il satellite al massimo del suo splendore. Ci si siede al PC per elaborare i RAW e in cuffia, nella playlist casuale, casualmente parte The End (The Doors).
Perché sprecare tempo a dormire quando si può passeggiare nella notte incontrando gatti e lepri e ricci e viandanti, come in una strana e distorta fiaba metropolitana dalle ossa spezzate?

Ride the snake, to the lake.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: